[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla homepage [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]
Salta alle ulteriori funzionalità (login, news, ...) [3]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 29/05/2019

Sezione Stazione appaltante

Provincia di Cuneo
DOGLIANI CLAUDIO

Sezione Dati generali

LOTTO A Istituto tecnico industriale statale "M. Del Pozzo" di Cuneo. Lavori di miglioramento sismico propedeutici ai lavori di riqualificazione energetica - 2° LOTTO CUP I26C18000220003 LOTTO B - ITIS "DEL POZZO" di Cuneo - Lavori di riqualificazione energetica - LOTTO 2 CUP I25I17000050005 - CIG : 7825268F6C - CUP : I25I17000050005
Lavori
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
1.718.915,12 €
12/03/2019
14/04/2019 entro le 22:00
2019/003
Conclusa - Aggiudicata

Sezione Requisiti richiesti ai concorrenti

  • SOA OG1
  • SOA OS6
  • UNI EN ISO 9001

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
Busta tecnica
Busta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 29/05/2019
    esito definitivo
  • Pubblicato il 20/05/2019
    esito provvisorio seduta del 20 maggio
  • Pubblicato il 16/05/2019
    avviso seduta pubblica
  • Pubblicato il 15/04/2019
    esito seduta 15 aprile
  • Pubblicato il 09/04/2019
    CHIARIMENTI OFFERTA TECNICA SEGUITO QUESITI - Criterio a.2.2: Il progetto non prevede un'architettura BACS specifica, supportata da computo metrico di dettaglio. Sarà compito delle Imprese partecipanti proporre il sistema di monitoraggio ritenuto più congruo, più completo e più funzionale, anche in termini di costi gestionali, in relazione ai consumi dei due fabbricati, una volta ultimati i lavori di riqualificazione energetica. Tale proposta dovrà essere dettagliata in tutti i suoi aspetti, nell'architettura di sistema, nelle funzionalità previste ed eventuale espandibilità, onde poter essere compiutamente valutata. Criteri a.3.2 a.3.3 La tipologia dei materiali per il cappotto esterno e per i serramenti prevista nel progetto è stata oggetto di valutazione da parte della Regione Piemonte, ai fini dell'ammissibilità del finanziamento e della stesura della graduatoria relativa. Allo stesso progetto è stato inoltre assegnato un punteggio in quanto inserito nel protocollo ITACA (punteggio di prevalutazione). Le caratteristiche dei materiali si possono desumere in toto dal cap.2 OPERE DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA dell'elaborato n°1B RELAZIONE SPECIALISITICA, facente parte del progetto denominato LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA LOTTO 2 CUP: I25I17000050005 e sono riassumibili come segue: CAPPOTTO ESTERNO sulle parti verticali opache, a base di fibre naturali riciclate e riciclabili (pannelli in canapa: materiale rinnovabile prodotto al 100% in Italia), spessore 120 mm, con finitura di intonachino colorato in pasta. SERRAMENTI IN ALLUMINIO, composti da materiale riciclato almeno al 40%, riciclabili al 100%, prodotti al 100% in Italia, del tipo a taglio termico, dotati di vetri camera isolanti, basso emissivi, con gas tipo argon in intercapedine. Pertanto le Ditte partecipanti, in sede di eventuali proposte migliorative, saranno tenute ad offrire materiali equivalenti, per quanto riguarda tutte le caratteristiche, a quelli a base di capitolato, migliorando, qualora possibile, le prestazioni termiche ed acustiche dell'involucro. In particolare, per i serramenti, i parametri progettuali dai quali l'offerente non può discostarsi sono: La trasmittanza finale dei serramenti, che deve essere pari o inferiore a quanto indicato nei documenti progettuali; Le caratteristiche geometriche (altezza, larghezza, spessore, peso), che non sono modificabili; Le caratteristiche di ecocompatibilità, che devono essere almeno pari a quanto indicato nei documenti progettuali. Le imprese possono proporre soluzioni tecniche migliorative nel rispetto dei punti sopra elencati, all'interno dell'importo economico previsto. Si rammenta infine che risulta in fase di ultimazione, presso lo stesso istituto, il primo lotto dei lavori, che ha interessato la porzione sud del fabbricato principale, attestante Corso De Gasperi, dove, per le opere di riqualificazione dell'involucro, sono stati utilizzati gli stessi materiali previsti in questo progetto. Qualora le Ditte partecipanti decidano di proporre materiali equivalenti, ma comunque differenti, rispetto a quanto previsto in capitolato, si richiede di valutare con la massima attenzione, per la porzione del fabbricato principale oggetto delle opere di completamento dell'involucro, anche il loro inserimento in adiacenza e la compatibilità con le opere già eseguite.
  • Pubblicato il 01/04/2019
    QUESITO MIGLIORAMENTO SISMICO - Quesito: Al punto 2.c.4 Riduzione dell'invasività degli interventi si fa riferimento ad un'alternativa che eviti la demolizione dell'intonaco utilizzando fibre di carbonio; si chiede se sia possibile proporre un'opzione che, sempre evitando la demolizione dell'intonaco, utilizzi un materiale alternativo alle fibre di carbonio con pari caratteristiche ma vantaggi dal punto di vista della velocità di posa. Risposta: L'attribuzione del punteggio previsto dal criterio migliorativo di cui al punto a.1 c.4 prevede l'accettazione Incondizionata dell'esecuzione del ciclo di lavorazioni alternativo predefinito nello stesso criterio, rispetto alla soluzione di progetto. Pertanto non potranno essere valutate eventuali proposte alternative differenti da quelle indicate.
  • Pubblicato il 01/04/2019
    SPECIFICHE SERRAMENTI - Quesito: NEL COMPUTO ALLA VOCE 3 - ART. O1.P20,N00.005 VIENE DESCRITTA LA TIPOLOGIA DEL TELAIO IN LEGNO/PVC/ALLUMINIO. QUALE TIPOLOGIA DI SERRAMENTO DOVRA' ESSERE SOSTITUITO: IN ALLUMINIO, IN PV O IN LEGNO? Risposta: La tipologia dei serramenti da utilizzare risulta quella specificata nei seguenti elaborati: - Elaborato n°1B - RELAZIONE SPECIALISTICA:- pagg. 6 10 - Elaborato n°9B CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PARTE B: NORME E PRESCRIZIONI TECNICHE: Artt. 16.1 -16.2 Trattasi comunque di serramenti in alluminio a taglio termico ad alta prestazione. I prezzi inseriti nel computo metrico estimativo (codd. 01.P20.N00.005, 01.P20.N00.055, 01.P20.N00.060) sono stati ricavati dal Prezzario Regione Piemonte per opere e lavori pubblici, anno 2018 e possono essere utilizzati per serramenti in legno o pvc o alluminio, ma la tipologia dei serramenti da utilizzare nel presente intervento è ben specificata negli elaborati di cui ai punti precedenti.
  • Pubblicato il 29/03/2019
    OFFERTA TECNICA: PRECISAZIONE FORMATO ALLEGATI - Con riferimento all'offerta tecnica il formato delle ulteriori 6 facciate che si possono allegare alle relazioni deve essere A4; per eventuali elaborati grafici esplicativi è ammesso sino al formato A1.
  • Pubblicato il 15/03/2019
    SISTEMA GESTIONE AMBIENTALE - PUNTEGGIO - Con riferimento al criterio a.2 dell'offerta tecnica sub-criterio 2) c.3. Sistema di gestione ambientale, si precisa che verrà assegnato il punteggio di 2 PUNTI a tutte le Ditte Offerenti che dimostreranno di essere in possesso di una registrazione EMAS in corso di validità, oppure una certificazione ISO 14001, o secondo norme di gestione ambientale basate sulle pertinenti norme europee o internazionali, certificate da organismi di valutazione della conformità, ai sensi del punto 2.1.1 dell'Allegato al Decreto Ministero Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare del 11/10/2017. Non sarà richiesta, e quindi valutata, nessuna ulteriore specifica.
  • Pubblicato il 12/03/2019
    BOLLO VIRTUALE - Considerato che la gara CIG 77958624D6 di pari oggetto è stata revocata in data 04/03/2019, per gli operatori economici che avessero già provveduto al versamento della marca da bollo di euro 16.00 con bonifico presso il Tesoriere della Provincia con causale MARCA DA BOLLO per gara CIG 77958624D6 potranno, in caso di partecipazione alla presente gara, allegarlo come attestazione di avvenuto pagamento. Qualora non si partecipasse alla presente gara potrà essere richiesto rimborso.

[ Torna all'inizio ]